Giustifica attentati di Parigi in televisione: arrestato 24enne musulmano

Un giovane musulmano è stato arrestato stamane dalla polizia di Roma dopo aver giustificato gli attentati di Parigi durante un’intervista rilasciata per il programma televisivo Quinta Colonna, nella puntata andata in onda ieri sera su Rete Quattro.

quintacolonna-2Dichiarazioni che hanno focalizzato su di lui le attenzioni degli agenti, i quali sono risaliti al giovane 24enne, di padre tunisino e madre italiana, mentre si trovava presso la moschea di Centocelle. Nella perquisizione che ne è seguita sono stati rinvenuti, nell’appartamento nel quale vive J. B. S. in zona San Basilio, un bilancino di precisione e piccoli quantitativi di hashish. Per questo si è proceduto col fermo ed ora, al vaglio degli inquirenti, ci sarebbero anche dei documenti in arabo dei quali si sta verificando il contenuto. La denuncia scattata nei suoi confronti quindi è quella di propaganda di idee fondate sull’odio e sulla discriminazione razziale nonché possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. Ma la sua posizione resta tutta da chiarire perché, sebbene giustificata dal clima di tensione che attraversa in questi giorni l’Europa intera, resta da motivare una misura giudiziaria che non ha fondamenta concrete in un’azione specifica ma che si basa su un’opinione personale e questa, fino a prova contraria, non è ancora contemplata come una trasgressione della legge a tutela delle libertà personali garantite dalla Costituzione.