Fifa: Blatter e Platinì ancora nell’occhio del ciclone

Si complica ad ogni nuovo passaggio giudiziario la posizione dei due giganti del calcio mondiale. Blatter e Platini, infatti, sono stati raggiunti da un “procedimento disciplinare” emesso dal giudice Joackim Ecket, lo stesso che entro la fine di dicembre è chiamato a prendere una decisione in merito al processo nel quale sono imputati.

20150528_platiniLa questione riguarda il pagamento di quasi due milioni di euro che Blatter avrebbe indirizzato al suo vice, nonché capo dell’Uefa, e del quale non vi sono tracce nei registri contabili della Fifa. Platinì avrebbe dichiarato la somma al fisco, ma non si riesce bene a comprendere per quale motivo un passaggio di denaro di tale entità non fosse stato notificato all’organo del quale il già pluricontestato Blatter è dirigente massimo. Adesso entrambi rischiano una squalifica dai 5 ai 7 anni. Nulla di buono quindi, nei ranghi della Federazione, che fra appena due mesi è chiamata a votare per eleggere il successore del dimissionario “Uomo del calcio”. Blatter tentenna e si dice fiducioso di presiedere la commissione che porterà a designare il suo sostituto, ruolo per il quale Platinì stesso pare essere il naturale erede. Eppure, con questo nuovo crollo di immagine e con l’incognita del giudizio della corte che pende sulle loro teste c’è da scommettere, e forse da sperare, che tutte le opzioni siano ancora sul tavolo.