India: stuprarono e uccisero una 13enne. Condannati a morte 5 uomini

Dopo 3 anni la sentenza è arrivata. Cinque uomini sono stati condannati a morte dal tribunale dello stato orientale dell’Orissa per lo stupro e l’omicidio di una ragazzina di 13 anni. Il giudice è stato inclemente, applicando la pena massima consentita dalla nuova legge anti stupri entrata in vigore dopo il caso della studentessa Nirbhaya, violentata ed uccisa a New Dehli, sempre nel 2012.

stupri indiaLa tragedia del distretto di Keonjhar, quella per la quale gli imputati sono stati condannati a morte, aveva sollevato molte proteste da parte dei residenti della zona, dopo che la ragazzina era stata rapita mentre si recava a prendere delle lezioni private. Da ciò che è emerso durante le indagini il gruppo, composto da 7 persone, ha forzatamente condotto la giovane in un bosco e, dopo averla stuprata e seviziata, l’ha uccisa senza alcuno scrupolo.  Due, quindi, gli uomini ancora ricercati dalle forze dell’ordine. Quello degli stupri nei confronti di giovani donne è un problema di enorme entità in India, che ha visto casi di pubbliche violenze durante cortei di protesta. Al fine di arginare questo allarmante fenomeno è stata varata dal governo la nuova legge, quella che oggi ha visto infliggere le prime 5 condanne.