Jet russo abbattuto da aerei militari turchi, rischio escalation?

C_4_articolo_2145607_upiImagepp
Jet russo abbattuto da aerei militari turchi, rischio escalation? – Tgcom

Questa notizia sta letteralmente facendo il giro del mondo a causa della potenziale escalation che potrebbe scatenarsi da un episodio del genere: un jet militare dell’aviazione russa è stato abbattuto da alcuni caccia della Turchia guidata da Ergogan che avrebbe autorizzato il fuoco. L’aereo militare russo è precipitato in Siria, con entrambi i piloti che si sarebbero salvati riuscendo ad eiettarsi dalla cabina di pilotaggio pochi istanti prima che il razzo centrasse il velivolo, ma uno di essi sarebbe stato catturato dai ribelli anti-Assad.

L’aereo militare russo è precipitato in Siria, nei pressi del villaggio di Yamadi, a pochi chilometri dal confine con la Turchia. Stando alla tv Haberturk, il jet russo sarebbe stato abbattuto da aerei turchi per aver violato lo spazio aereo del paese euro-asiatico guidato da Erdogan dopo aver vinto le elezioni circa 3 settimane fa. La Turchia fa parte della NATO, dunque il rischio di una escalation militare alla 007 appare difficile, specialmente perchè la Russia ha violato continuamente lo spazio aereo della Turchia nelle settimane precedenti, ed il paese turco aveva avvertito la Russia che se questi sconfinamenti non sarebbero cessati c’era il rischio di ripercussioni, ora staremo a vedere cosa succede. La Turchia ha già fatto sapere che si consulterà con NATO ed ONU sulla situazione recentemente avvenuta al confine con la Siria, mentre la CNN turca fa sapere che uno dei due piloti russi è stato catturato dalle milizie anti-Assad, ma non c’è ancora traccia dell’altro pilota a bordo del jet abbattuto poche ore fa. Mosca nega ogni accusa e sostiene che il jet non abbia violato lo spazio aereo, parlando di possibile abbattimento del velivolo da terra.