Video con 17enne ucciso dalla polizia: proteste a Chicago

Notte di tensione e scontri a Chicago, dopo che le immagini dell’assassinio di un giovane afroamericano, risalente al 2014, sono state rese pubbliche grazie ad un’ingiunzione del tribunale che se ne sta accupando. E’ stato proprio il giudice, infatti, a richiedere al dipartimento di polizia la consegna delle immagini catturate dalla telecamera posta sulla volante di pattuglia che accompagnava Jason Van Dicke, il poliziotto finito nei guai. Quello che si temeva è accaduto molto velocemente: infuriati per l’insensato omicidio perpetrato ai danni del 17enne  Laquan McDonald, i dimostranti sono scesi in strada improvvisando presidi e manifestazioni di protesta.

chicagoTutto è accaduto ad ottobre di un anno fa quando il ragazzo, armato di coltello, ha incrociato due pattuglie delle forze dell’ordine. Dal filmato non si evince nessun tentativo di aggressione, e neppure un pericolo concreto per gli agenti. Non c’è l’audio, e questo non consente di ascoltare quale siano stati i dialoghi precedenti la tragedia, ma fatto è che Van Dicke, che adesso rischia dai 20 anni all’ergastolo, scende dall’auto di servizio e crivella di colpi il malcapitato, infierendo anche quando questi si trovava ormai in terra privo di coscienza. Sedici colpi di pistola spengono la vita del giovane. Un’ennesima azione brutale e deliberata, quindi, che in America sta facendo ingrossare le fila dei cittadini che decidono di costituirsi in collettivi e gruppi d’azione per reagire a queste continue notizie di abusi.