Trieste, sequestrate 850 armi da guerra dentro un tir

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:15
sequestro trieste
Trieste, sequestrate 850 armi da guerra dentro un tir

Il sequestro avvenuto poche ore fa a Trieste è uno di quelli che fa discutere: 850 armi, di cui 781 fucili a pompa modello Wunchester SXP da 12-51 cm, 66 fucili a pompa Winchester SXP da 12-41 cm e 15 calci per fucile, sono state sequestrate nel porto di Trieste. Il carico si trovava a bordo di un tir giunto con una nave che era sbarcata a Trieste il 23 Novembre scorso. Le armi erano stipate per bene all’interno di centinaia di scatole di cartone con imballaggi vari, ciascuna delle quali conteneva un fucile.

Le armi erano dirette in Belgio, uno dei paesi più al centro dell’emergenza terrorismo a causa dei numerosissimi blitz e delle tante perquisizioni che sono seguite ai giorni immediatamente dopo i fatti di Parigi di Venerdì 13 Novembre. Proprio per la destinazione finale, il Belgio, qualcuno a Trieste ha accostato questo ritrovamento con qualche cellula terroristica presente in Belgio, ma è abbastanza improbabile fare supposizioni a giorno d’oggi, specialmente perchè il carico di fucili è troppo grande da poter passare inosservato. Il rapporto che è stato fornito parla di nessuna irregolarità di tipo doganale, ma solo di mancata autorizzazione alle autorità di pubblica sicurezza. Il titolare dell’azienda produttrice è stato denunciato.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!