Agguato a Ciro Moccia, imprenditore della Pasta di Gragnano

Ciro Moccia, titolare assieme ai fratelli della storica azienda Fabbrica della Pasta di Gragnano, è stato ferito nel corso di un agguato la scorsa notte da alcuni malviventi che lo attendevano vicino casa. La vittima ha riportato soltanto alcune lievi ferite ma lo spavento è stato tanto. Il fatto è avvenuto davanti ai cancelli della residenza della vittima. Ciro-Moccia-gambizzatoPoco dopo la mezzanotte infatti, Moccia stava rientrando a casa con il figlio quando un uomo si è avvicinato all’auto esplodendo due colpi di pistola, scambiati dall’industriale per fuochi d’artificio, che hanno raggiunto il paraurti  del veicolo. A questo punto altri dodici colpi sono partiti dall’arma, uno dei quali ha ferito l’uomo al polpaccio. Immediati i soccorsi mentre la famiglia, sgomenta, ha dichiarato agli inquirenti di non aver mai ricevuto minacce o richieste d’alcun tipo da parte della criminalità organizzata.

“Esprimo la massima vicinanza possibile all’amico Ciro Moccia, vittima di un vile agguato” Ha dichiarato Vincenzo Zurlo, presidente dell’Associazione anticamorra. Anche Ambrogio Prezioso, Presidente dell’Unione Industriali prende posizione nei confronti dell’industriale: “L’episodio- afferma – costruisce l’ennesima riprova di quanto elevata sia la soglia di rischio per cittadini ed operatori economici, a causa di una criminalità sempre più diffusa e stratificata nel territorio. Sono certo- conclude- che le autorità preposte alla tutela dell’ordine pubblico sapranno arginare e reprimere questo fenomeno, intensificando le azioni prodotte nelle scorse settimane”.