Aeroporto Catania chiuso, colpa dell’eruzione dell’Etna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:03
catania-aeroporto
Aeroporto Catania chiuso, colpa dell’eruzione dell’Etna

A causa della serie di eruzioni del vulcano Etna, ben tre molto intense nel giro di tre giorni (tra 2 e 3 Dicembre, il 4 Dicembre mattina, il 4 Dicembre sera) le autorità hanno preso la decisione di chiudere e sospendere il traffico aereo nei pressi del’aeroporto di Catania Fontanarossa. Lo scalo aeroportuale di Catania è il quarto aeroporto più importante in Italia dopo quello di Fiumicino, Malpensa e Venezia Marco Polo, perfino più importante di Capodichino, Ciampino, Punta Raisi e Caselle. Il motivo dell’importanza di tale aeroporto è in parte dovuto a Ryanair che ne ha fatto il terzo più importante scalo italiano, con centinaia di partenze a settimana.

Nel frattempo continua l’attività eruttiva sul vulcano Etna, circa 3300 metri di altezza. Il tremore vulcanico resta alto (significa che c’è lava in movimento all’interno dei condotti), ci sono esplosioni, piccole nubi di cenere e boati, per questo motivo l’unità di crisi dello scalo, riunitasi stamani all’alba, ha deciso di propendere per la chiusura dell’aeroporto di Catania Fontanarossa fino alle ore 19. Lo scalo era già stato chiuso ieri pomeriggio.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!