Cagliari: migrante muore calandosi dalla finestra dell’ospedale

Una storia silenziosa come quelle di centinaia di migliaia di altri uomini che sbarcano da mesi sulle coste di quest’ambita Europa, eppure una storia personale e dal finale tragico. Teklemerian è il nome del giovane eritreo,23 cagliari migranni appena, che ieri notte ha perso la vita precipitando dal terzo piano dell’ospedale Santissima Trinità di Cagliari. Il ragazzo era sbarcato appena qualche giorno fa sulla costa sud dell’isola. Tra i migranti giunti alcuni presentavano un contagio da scabbia e così sono stati spostati momentaneamente nel reparto malattie infettive del nosocomio cagliaritano. Purtroppo Teklemerian ha temuto che quella dell’ospedale potesse essere l’anticamera della prigione e così ieri notte ha creato una fune intrecciando delle lenzuola ed ha provato a scappare calandosi dalla finestra. Una fine beffarda: la corda non era lunga a sufficienza e, probabilmente determinato a raggiungere la sua libertà, il ragazzo si è lasciato cadere nel vuoto. Troppa l’altezza, i sanitari non hanno potuto salvarlo in alcun modo.

“Era fuggito per cercare un futuro migliore- racconta uno dei suoi compagni di sventura- ed invece ha trovato una morte terribile. Raccontava dei suoi grandi progetti, voleva raggiungere alcuni parenti in un’altra nazione d’Europa, forse in Germania”. Desideri che lo hanno portato ad una morte assurda.

Giuseppe Caretta