Elezioni Spagna: Rajoy ancora primo. Testa a testa tra Psoe e Podemos

Iniziati gli spogli elettorali in Spagna, dopo che le votazioni si sono concluse ufficialmente alle ore 20. Second i primi exit poll di Tve, il Partito Popular di Mariano Rajoy conserva il primato sulla compagine politica mentre, in seconda posizione, si prevede un testa a testa tra i socialisti del Psoe e il partito anti-casta di Podemos. Staccata, invece, la neo elezioni-spagnaformazione centrista di Ciudadanos.

Secondo i dati forniti si è recato alle urne il 58,36% degli aventi diritto, ossia lo 0,71% in più rispetto alle politiche del 2011. Una tornata dal sapore imprevedibile, per il paese iberico, che vede per la prima volta dalla fine della dittatura franchista ben 4 partiti contendersi la leadership, dopo che il bipartitismo degli ultimi 40 anni si era assestato sull’alternanza tra socialisti e popolari.

Secondo l’exit poll, ancora parziale ma comunque indicativo, Rajoy potrebbe aggiudicarsi tra i 114 e i 124 seggi (ben lontano dalla maggioranza assoluta che ne richiede 176), mentre ai socialisti potrebbero spettare tra i 79 e gli 85 seggi. Podemos dovrebbe conquistarne tra i 70 e gli 80 mentre Ciudadanos tra i 46 e i 50. Se così dovessero finire realmente le cose la Spagna si troverebbe in una situazione di plausibile governabilità ma con la certezza di doversi appoggiare ad un esecutivo sostenuto da una coalizione.

Giuseppe Caretta