Morì durante un Tso: 3 vigili e uno psichiatra accusati di omicidio colposo

Andrea Soldi, l’uomo di 45 anni morto lo scorso 5 agosto a Torino dopo aver ricevuto un Tso, è stato ucciso da andrea soldi 2“un’asfissia da compressione delle strutture profonde vascolo nervose del collo e dall’ostruzione delle alte vie aeree”. Per questo omicidio il pm Raffaele Guariniello ha oggi firmato l’atto di chiusura delle indagini, quello che di norma precede la richiesta di rinvio a giudizio. Tre agenti della polizia municipale di Torino, assieme allo psichiatra che eseguì il Trattamento Sanitario Obbligatorio, risultano accusati di omicidio colposo. Secondo la ricostruzione dei fatti, dunque, l’uomo perse conoscenza durante la procedura di fermo e fu trasportato al pronto soccorso ammanettato. Proprio la modalità di trasporto sarebbe stata fatale, perché la posizione nella quale fu lasciato fino all’arrivo nella struttura ne avrebbe aggravato ulteriormente le condizioni, uccidendolo: “incompatibile con la possibilità di una ventilazione efficace” afferma la consulenza medico legale eseguita dal dott. Valter Declame. Un  tragico evento al quale il pm Guariniello, oggi al suo ultimo giorno di lavoro, ha voluto dedicare la sua attenzione.

Giuseppe Caretta