Neve su Alpi ed Appennini, ne cadrà molta a partire dal 2 Gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:29
neve appennino
Neve su Alpi ed Appennini, ne cadrà molta a partire dal 2 Gennaio

E’ ufficialmente confermato un importante cambio circolatorio nel medio-lungo termine, visto che da Est si appresta a giungere sull’Italia dell’aria moderatamente fredda che contribuirà a far abbassare di molti gradi le temperature (sia minime che massime) su buona parte dell’Italia, anche se le regioni tirreniche, come Sicilia, Lazio e Sardegna, oltre che la Liguria, non saranno particolarmente interessate dal tracollo termico, mentre le aree del Triveneto e del versante adriatico risentiranno maggiormente del calo delle temperature a causa dell’aria gelida in arrivo da Est che sfiorerà solamente il nostro Paese (fino a pochi giorni fa sembrava che tale massa d’aria potesse investirci in pieno).

Oltre al freddo ed al calo delle temperature, torneranno anche maltempo e precipitazioni: a partire dal 2 di Gennaio, una serie di intense perturbazioni colpiranno a ripetizione il nostro Paese. Dopo due mesi di latitanza, torneranno forti nevicate su Alpi ed Appennini, con neve che cadrà molto copiosamente sull’Appennino centrale tra il 3 ed il 7 di Gennaio (possibilità anche di un metro o più di neve su alcune zone di Abruzzo, Molise, Lazio, Umbria e Marche). Tanta la neve attesa anche sulle Alpi, dove gli operatori turistici hanno fatto un lavoro straordinario, innevando in modo impeccabile gran parte degli impianti sciistici, ma finalmente dal 2 di Gennaio tornerà la neve naturale, anche a quote piuttosto basse (qui l’apice delle nevicate è previsto dopo il 4 di Gennaio, ma al momento non ci attendiamo accumuli particolarmente elevati).

Leonardo Orlandi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!