In arrivo la nuova carta di identità elettronica con impronte digitali

Dopo vent’anni di tentativi arriva la nuova Carta d’identità elettronica (CIE). E’ stato lo stesso ministro dell’Interno Angelino Alfano a rendere noto, sulla Gazzetta ufficiale del 30 dicembre, il decreto con le regole di emissione.

CIEEra il 1997 quando il progetto venne ideato e avviato in via sperimentale. Furono anche rilasciate alcune carte d’identità elettroniche ma, in seguito, tutto finì nel dimenticatoio. Adesso il governo Renzi l’ha inserito nel dl “Enti locali” della scorsa estate e, dal nuovo anno, dovrebbe finalmente entrare in vigore. La nuova carta conterrà, oltre ai tradizionali dati anagrafici, anche le impronte digitali (bambini esclusi) e l’eventuale volontà del cittadino di donare i propri organi. Come spiega  l’articolo 3 del provvedimento, la card sarà integrata “con un microprocessore per la memorizzazione delle informazioni necessarie per la veridica dell’identità del titolare, inclusi gli elementi biometrici”, inoltre disporrà di un Pin per accedere ai servizi on line dedicati. Per ottenere il nuovo documento sarà necessaria una richiesta presentata dal cittadino all’ufficio anagrafico del Comune di residenza oppure, in caso di residenti all’estero, direttamente al Consolato. Saranno proprio questi enti quelli incaricati di acquisite direttamente “dal richiedente gli elementi biometrici primari e secondari”.La sua consegna è prevista entro 6 giorni lavorativi.

Giuseppe Caretta