Muore David Bowie, il duca bianco che ha rivoluzionato il rock

Lutto nel mondo della musica. A sessantanove anni appena compiuti, “dopo 18 mesi di lotta contro il cancro se n’è andato serenamente circondato dalla sua famiglia” David Robert Jones, in arte semplicemente David Bowie.

bowie_aladin_sane_1000pxUna notizia che, rimbalzata velocemente in rete, è stata poi confermata dal figlio Zowie con un messaggio: “Davvero addolorato e triste nel dire che è vero. Sarò fuori dalle reti social per un po’. Grande affetto a tutti”. L’artista aveva da poco tempo pubblicato il suo ultimo lavoro, Black Star, oltre ad un nuovo video dal titolo Lazaus nel quale compariva nelle vesti dell’uomo che Gesù resuscitò dalla morte. Dolore e sgomento nel mondo dell’arte e della politica. Il premier inglese David Cameron ha voluto rendere un suo personale omaggio all’artista pubblicando un twitter: “Sono cresciuto ascoltando e guardando il genio pop di David Bowie. E’ stato un maestro della re-invenzione. Una perdita enorme”.

Nato l’8 gennaio 1947 a Brixton, il duca bianco ha attraversato più di cinquant’anni di musica spaziando da generi come l’elettronica, il glam rock, il folk, il soul. Genio versatile e poliedrico ha saputo distinguersi e mutare forma in modo pressoché costante pur senza mai perdere quella unicità che rende un normale artista un’icona. Starman, Heros, Life on Mars?, Space Oddity sono solo alcuni tra i suoi pezzi indimenticabili, punti di riferimento di generazioni intere di artisti.

Giuseppe Caretta