Scafisti gettano le donne in mare: un morto e quattro dispersi nel Salento

E’ di un morto e quattro dispersi il bilancio, ancora provvisorio, dell’ennesima tragedia avvenuta in mare questa scafistinotte. Stando alle ricostruzioni un semicabinato proveniente dalla Grecia trasportava 42 persone quando gli scafisti, giunti nei pressi del Capo di Leuca, hanno iniziato a gettare in mare un gruppo di donne. Quattro di esse risultano appunto disperse mentre una quinta è stata rinvenuta ormai cadavere su di uno scoglio in località Felloniche. A dare l’allarme è stato un pescatore, accortosi del gruppo di persone in mare. Immediato l’intervento della guardia costiera e delle unità di pronto intervento. Cinque le persone ricoverate per ipotermia, tra di loro anche un bambino di 10 anni.

La vittima indossava solo un paio di jeans ed un reggiseno. Il vescovo della diocesi di Ugento- Santa Maria di Leuca ha dato la benedizione al corpo della donna e si è subito prodigato per l’assistenza degli altri 37 superstiti che erano in evidente stato confusionale, infreddoliti e impauriti.

Giuseppe Caretta