Calciomercato Real Madrid, Pogba e Morata possono arrivare a gennaio

Alvaro-MorataSi allontana la cessione di Alvaro Morata. Dopo la sentenza FIFA il Real Madrid, che potrebbe esercitare il suo diritto di riscatto per 30 milioni di euro a partire da giugno, non può comunque tesserare il calciatore fino a giugno 2017 costringendo così l’attaccante spagnolo a stare fermo per un anno in attesa di poter tornare a giocare. Inoltre lo spagnolo ha da poco rinnovato il suo contratto con la Juventus, ritoccando il suo ingaggio a 4,5 milioni di euro all’anno fino al 2020. Il club spagnolo potrebbe però ridiscutere il contratto con la Juve intavolando una nuova trattativa per assecondare la volontà del suo tecnico di allenare Alvaro.

La preoccupazione della squadra di Torino riguarda, invece, un altro pezzo pregiato della rosa di Allegri, Paul Pogba. Non è un segreto che Zidane sia un grande estimatore del centrocampista francese, e già nel meating di Natale con Florentino Perez aveva inserito il fuoriclasse bianconero nella lista dei desideri per l’anno nuovo insieme ad Alvaro Morata. Con il blocco in entrata del prossimo anno il Real è costretto ad anticipare i tempi per migliorare la rosa in vista della prossima stagione e Pogba sarebbe il nome giusto per migliorare il centrocampo e fare sognare la tifoseria delle Merengues.

Sull’argomento si è espresso Ernesto Bronzetti procuratore legato al mercato del Real, che intervistato da premium sport ha detto: “Adesso il Madrid deve comprare per forza, perché dovrà anticipare le mosse per la prossima stagione. Anche se questo stop non era proprio inatteso, era nell’aria e comunque faranno ricorso.” Lo stesso procuratore però ha spento le voci riguardanti Pogba, dicendo che il Francese piace a tutti e quindi non è detto che finisca a Madrid anche perchè in quel reparto la squadra di Perez è ben coperta e visto il blocco potrebbe privilegiare altri reparti, la difesa ad esempio che ha bisogno di rinnovarsi.

Fabio Scapellato