Serie A, Mihajilovic crede ancora alla Champions

Soccer: Serie A; Fiorentina-MilanSinisa Mihajilovic non si lascia intimidire dalle continue voci che lo vorrebbero esonerato dopo ogni risultato negativo. Il tecnico serbo lavora sempre con serenità e continua a puntare in alto, in questi giorni si sono fatte insistenti le voci che vorrebbero l’ex tecnico di Juventus e nazionale Marcello Lippi pronto a subentrare in corso per la seconda parte della stagione. Prima l’ultima spiaggia era la partita con il Carpi adesso sarebbe lo scontro diretto di domenica nel posticipo contro la Fiorentina.

All’ennesima domanda sul suo futuro Sinisa risponde con una battuta “Ho visto così tante ultime spiagge che in vacanza non andrò più al mare, ma in montagna”, l’atteggiamento tradisce una certa serenità cosa che lo stesso Mihajilovic ribadisce in seguito durante la conferenza stampa “L’importante è che io sono sereno.Ho detto ai ragazzi di tapparsi le orecchie e giocare, come faccio io. Sembra una situazione complicata, ma è sempre un gioco, e sei pagato bene”. La sicurezza che ostenta il tecnico dei rossoneri è dovuta, sia ad un rapporto di stima con il presidente del Milan che apprezza il suo lavoro, sia dall’evidenza che le colpe per l’ennesima stagione sottotono dei rossoneri non sono da additare esclusivamente a lui. Il Milan negli ultimi due anni ha cambiato quattro allenatori e sbagliato spesso gli innesti di mercato ritardando l’inizio di un progetto di rinnovazione per la premura di tornare al vertice subito, ma ottenendo sempre con risultati modesti.

Considerando che questi risultati  si ripetono negli anni con qualsiasi allenatore, la dirigenza potrebbe anche pensare di cambiare approccio e confermare la fiducia ad un allenatore che a sprazzi ha mostrato un bel calcio e che magari, con qualche innesto e con il rientro di Balotelli e Menez, potrebbe in questa seconda parte di stagione portare a compimento il proprio mandato. Inoltre lo spogliatoio sembra essere compatto intorno al tecnico, ad eccezione di Cerci ed Honda che dovrebbero comunque cambiare aria entro gennaio.L’ attenzione di Mihajilovic è dunque rivolta all’impegno di domani con la Fiorentina; il tecnico a questo proposito fa notare come un eventuale vittoria con la viola porterebbe i rossoneri a -6 dai toscani attualmente al terzo posto.

Fabio Scapellato