12enne tenta il suicidio a Pordenone. Biglietto per i compagni di scuola: “Ora sarete contenti”

Tragedia sfiorata a Pordenone, dove una ragazza di 12 anni ha tentato di suicidarsi lanciandosi dalla finestra della ambulanzasua stanza sita al secondo piano di una palazzina. Fortunatamente l’altezza non eccessiva e il fatto che, cadendo, la giovane abbia prima colpito la tapparella dell’appartamento del piano inferiore hanno evitato che il proposito andasse a buon fine.

Un gesto disperato, che trova le sue motivazioni nella difficile situazione scolastica della ragazzina. Pare infatti che a scuola fosse oggetto di insulti costanti da parte di alcuni compagni di classe. Questa versione spiegherebbe anche il senso del biglietto lasciato in camera prima di tentare il suicidio. Oltre a quello che la ragazza aveva dedicato ai propri genitori scusandosi per la tragica scelta, ve n’era infatti un altro nel quale venivano accusati alcuni compagni di scuola. “Adesso sarete contenti”, era la frase finale di quel biglietto.

La madre, che era in casa al momento del tentato suicidio, si è accorta di quanto stava avvenendo solo quando, insospettita da alcuni rumori, è andata in camera della figlia e ha trovato la finestra aperta. Affacciatasi ha visto poi il corpo disteso sul selciato dove un vicino, intanto, era accorso per soccorrere la ragazza. Ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva di Pordenone le sue condizioni non appaiono comunque critiche, a parte numerose fratture e un sospetto interessamento dell’area spinale. Proprio per quest’ultimo problema si sta pensando di trasferirla all’ospedale di Udine.

Giuseppe Caretta