Stati Uniti, morte per overdose tra i giovani: è allarme sociale

overdoseSempre più in crescita le morti per overdose tra i giovani. Una percentuale di cui non è bene vantarsi ma che diventa una realtà, ogni giorno, sempre più nitida.

Negli Stati Uniti il tasso di mortalità tra i giovani per overdose è in netto aumento. Tali percentuali non si vedevano più dai tempi di morte per AIDS, che risaliva a venti anni fa. Il New York Times ha analizzato più di sessanta milioni di certificati di morte, raccolti dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. Quello che è emerso dagli studi è che dal 1999 al 2014 il tasso di mortalità dei giovani per overdose è di ben cinque volte più alto.

Il dottor Wilson Compton, vice direttore del National Institute on Drug Abuse. “Quelli sono enormi aumenti.” Ian Rockett, epidemiologo presso la West Virginia University, ha addirittura affermato che i morti di giovani bianchi per overdose superano addirittura quelli di malattie croniche e cardiovascolari. Jonathan Skinner, un economista Dartmouth, ha sottolineato come l’overdose si stia diffondendo quasi come una infezione fulminante: “È come un modello di infezione, diffusione fuori e prendere sempre più persone”. Skinner ha poi aggiunto: “Questo è il più piccolo divario proporzionale e assoluta di mortalità tra neri e bianchi a queste età per più di un secolo”.

Stefania Titone