Spalletti avverte la Juventus: ” giocheremo per vincere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:56

spalletti_cstampa16112016-5-630x415Oggi si è svolta la conferenza stampa della Roma al centro sportivo Fulvio Bernardini , intervistato dai microfoni della stampa italiana Luciano Spalletti ha parlato della situazione della sua squadra alla vigilia del big match di domani sera contro la Juventus di Allegri. Il tecnico della Roma esordisce con un omaggio al Presidente Viola ed un saluto alla famiglia Sensi a capo della società al tempo della sua prima esperienza come tecnico dei giallorossi: “Questa è stata la settimana dell’anniversario di Dino Viola, scomparso 25 anni fa e volevo ricordarlo, e volevo estendere il mio saluto alla famiglia Sensi, ho ricevuto un messaggio molto carino da parte della signora Maria e la saluto affettuosamente”. Le domande dei giornalisti lo portano poi a parlare della condizione della squadra che il tecnico toscano definisce ottima da un punto di vista fisico e mentale, aggiungendo, però, che è presto per giudicare le prestazioni in campo perché per assimilare un nuovo modo di giocare ci vuole tempo” la squadra deve essere pronta a cambiare atteggiamento in campo e quando si dice questo ci sono dei movimenti più facili e più difficili da assimilare, vedi la difesa a 3, a 4 o a 5. L’altra settimana è stata data un’infarinatura, quelli bravi come la Juventus insegnano che bisogna cambiare vestito. Ci abbiamo lavorato maggiormente e ci sono delle indicazioni che sono le caratteristiche dei giocatori che vanno tenute in conto”.

Proprio la Juventus è il prossimo avversario ed allora Spalletti si sofferma sulla partita di domani, prima elogiando lo spirito che ha portato gli avversari ad effettuare una rimonta incredibile poi avvertendo i bianconeri che la sua Roma andrà a Torino per vincere la partita; secondo il tecnico della Roma, infatti, se la sua squadra non partisse con l’idea di poter vincere la partita non avrebbe senso nemmeno giocarla. Riguardo al modulo da schierare in campo dovrebbe essere lo stesso della settimana scorsa contro il Verona, però, tornando sulla partita della settimana scorsa Spalletti avverte i suoi che bisogna evitare gli errori commessi in quella occasione. L’ultima parte dell’intervista si è incentrata sui singoli giocatori e sulle opportunità di mercato, in primo luogo il neo allenatore della Roma ha esaltato Nainggolan ” Nainggolan ha le potenzialità di inserimento e di recupero, di saltare addosso all’avversario, ha la caratteristica di sapersi ritagliare lo spazio in un vasto territorio, perché lui copre bene vasti territori, va lasciato libero di interpretare ma non si discosta dal suo ruolo naturale, cioè del centrocampista a tutto campo. Poi sa inquadrare la porta, ha segnato tanti gol”, e coccolato il criticatissimo Castan, al rientro domenica scorsa,”Ho assoluto rispetto per l’uomo e per il calciatore, sta attraversando un momento difficile e dobbiamo lasciarlo tranquillo, penso che avere una continuità nella situazione reale che gli possa far riprendere confidenza, sia la medicina giusta”. Infine un pensiero sul mercato che potrebbe portare El Sharawyi e far partire Gervinho. Spalletti ha parlato con entrambi il primo , dice il tecnico,” ha una gran voglia di mettersi in mostra, mi è piaciuto è un giocatore tecnico in grado di fare tanti gol, capita a tutti di rendere di meno in certi periodi”, mentre su Gervinho ha ribadito di volerlo tenere ma solo se lui sarà convinto al 100% di restare altrimenti verrà sostituito da un altro giocatore(Perotti è stato opzionato da tempo).

Fabio Scapellato

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!