Mass Effect Andromeda potrebbe non uscire nel 2016

mass effectDa quando è stato annunciato all’E3 2015, durante la conferenza EA tenutasi giorno 15 luglio , Mass Effect Andromeda è uno dei giochi più attesi dell’anno. Milioni di fan dopo la chiusura della saga del comandante Shepard avevano sperato in un sequel di una delle serie più amate della passata generazione,ed EA non li ha delusi programmando insieme alla software house Canadese una nuova trilogia dedicata allo sterminato universo di Mass Effect secondo per complessità solo ad un Must del genere come Star Wars. I mesi di silenzio tra l’annuncio con tanto di trailer in computer grafica e l’inizio del nuovo anno, hanno però scoraggiato anche i più fiduciosi, che nonostante l’annuncio da parte di Bioware della presentazione ufficiale del titolo durante una conferenza dedicata all’Expo 2016 di Los Angeles, cominciano ad avere il timore più che fondato di una posticipazione del titolo al 2017.

Dopo la conclusione della prima trilogia il Nuovo Mass Effect non sarà più ambientato nella via Lattea bensì come suggerisce il titolo stesso nella vicina galassia di Andromeda, la mappatura del nuovo universo rispecchierà quella che è apparsa dalla osservazione astronomica della Galassia gemmella alla nostra via lattea, ma l’universo di Mass Effect non si limiterà a pianeti realmente esistenti troveremo, infatti, tra i cento pianeti esplorabili, anche alcuni dei pianeti appartenenti alle nubi di Magellano che al momento sono viste soltanto come un insieme di punti anche all’occhio del più potente dei telescopi.

Infine alcune possibili novità sul gameplay sono emerse da un sondaggio che la software house canadese ha effettuato nei mesi scorsi dove questi chiedevano ai fan di esprimere il proprio giudizio su alcune modalità multiplayer da inserire nel prossimo capitolo della saga; i fan hanno bocciato la possibilità di inserire una modalità orda al posto di quella co-op introdotta nel terzo capitolo della saga, mentre si sono mostrati favorevoli allo sviluppo della fase esplorativa tramite il miglioramento del Mako ed all’inserimento delle basi di terra da fortificare per prevenire attacchi da parte di popolazioni aliene. Insomma non ci resta che aspettare e capire come e quando potremo mettere le mani sul nuovo capitolo del futuristico di Bioware.

Fabio Scapellato