Coppa italia: stasera la rivelazione Alessandria incontra il Milan di Mihajlovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:17

Bocalon, Fischnaller, Marras, Iocolano. Se questi nomi non dicono nulla alla maggior parte della gente non bisogna credere però che non possano fare la differenza. Perché questa sera è in programma una partita che è già entrata coppa italianella storia del mondo del calcio. Si tratta della “piccola” Alessandria che se la dovrà vedere con un gigante del pallone, il Milan di Silvio Berlusconi, di Arrigo Sacchi, di Ruud Gullit, di Rivera.

Calcio d’inizio ore 21, diretta televisiva su Raidue. Certo, il Milan non è più la squadra di un tempo forse, ma i rossoneri sono un gigante mondiale, una montagna in confronto ad una squadra che quest’anno lotta per la promozione diretta in serie B.

Eppure i ragazzi di Gregucci sono qui, imperterriti, a dimostrazione del fatto che la qualità e la determinazione nello sport possono talvolta fare la differenza. Un sogno iniziato lo scorso agosto: Altovicentino (formazione di serie B), Pro Vercelli (B), Juve Stabia (lega pro), Palermo, Genova, Spezia. Sei vittorie in sei partite per lanciare la squadra nel palcoscenico del calcio che conta. Una doppia sfida adesso, con l’andata di stasera in programma a Torino e il ritorno a San Siro. 180 minuti per cercare di strappare l’accesso alla finale ed ambire all’impossibile. “Qualcuno – dichiara mister Gregucci – si starà chiedendo che cosa ci facciamo noi ancora in gara per il trofeo tra Mila, Juventus e Inter, le tre squadre italiane che hanno più storia e tifosi. Io sono qui per spiegarlo: ce lo siamo meritato, questo onore”, che continua: “Ora vogliamo continuare a fare bella figura. E’ una sfida diversa dalle altre. Ci sono due march da giocare, e l’obbiettivo è quello di essere ancora in gara nel ritorno del 1 marzo a S. Siro”. Insomma, date le premesse c’è da aspettarsi, e forse da augurarsi, qualunque cosa.