Scoperta in Galles nuova specie di dinosauro, è la più antica mai trovata

nuova specie di dinosauroScoperta forse senza precedenti quella effettuata in Galles dove sono stati riportati alla luce una serie di reperti fossili che potrebbero appartenere al più antico esemplare di dinosauro mai rinvenuto. Il ritrovamento è avvenuto a poca distanza da Cardiff, a Lavernock Point dove, tra alcune rocce risalenti ad un’epoca compresa tra il tardo Triassico ed il Giurassico inferiore, un team di archeologi ha isolato le ossa di una nuova specie di dinosauro, un teropode chiamato Dracoraptor hanigani, risalente ad almeno 200 milioni di anni fa. Si tratta di un’epoca molto remota e della quale esistono pochissime tracce fossili, tanto più di dinosauri come quello trovato in Galles che, secondo gli esperti dell’Università di Portsmouth guidati dal dottor David Martill, sarebbe vissuto in epoca successiva all’estinzione di massa che cancello il 90% delle forme di vita dalla Terra nel Tardo Triassico: un sopravvissuto dunque, che potrebbe fornire informazioni davvero preziose in merito alla diversificazione delle specie che portarono ai più noti dinosauri vissuti nel medio Giurassico.

Sono pochissimi i resti fossili, per lo più frammenti ossei di ridotte dimensioni trovati tra Asia, Africa e Sud America, di esemplari vissuti in un’epoca così remota e il Dracoraptor scoperto in Galles potrebbe essere il più importante mai individuato fino ad oggi. Si tratta di un esemplare giovane in quanto gli esperti hanno accertato che le sue ossa non risultano ancora completamente formate: era lungo due metri ed alto circa 70 centimetri, aveva zampe anteriori corte con dita sviluppate ed era carnivoro, essendo un lontano parente del T-Rex; se fosse sopravvissuto avrebbe certamente raggiunto i tre metri di lunghezza. I risultati delle prime analisi dello scheletro sono stati pubblicati sulla rivista Plos One: la scoperta risale in realtà al marzo 2014 quando gli archeologi hanno riportato alla luce il 40% dello scheletro su una spiaggia vicina a Penarth, individuandolo tra alcune lastre di roccia cadute da una scogliera. Nel luglio 2015 sono state trovate alcune ossa dei piedi in altre lastre; i paleontologi hanno utilizzato scansioni a raggi X ed una Tac per una completa analisi.

Daniele Orlandi

© RIPRODUZIONE RISERVATA