Sony Corporation annuncia la fondazione di Sony Interactive Entertainment

Mobile World Congress 2015 - Day 2Il colosso nipponico ha oggi annunciato la fondazione di una nuova società (Sony Interactive Entertainment) nata dalla fusione di due precedenti rami della multinazionale giapponese, Sony Computer Entertainment e Sony Network Entertainment Interational. La prima, nata nel 1994, si occupava della gestione di tutti prodotti inerenti agli hardware ed ai software prodotti da Sony tra i prodotti di maggior successo ci sono sicuramente le console casalinghe e la psp console portatile che nella passata generazione ha rivaleggiato con Nintendo per il predominio del mercato. Mentre la seconda fondata nel 2011 si occupava della gestione di un network dedicato alla fruizione di contenuti digitali tramite i dispositivi Sony (Pc, Smatphone, TV), tra i contenuti offerti potevamo trovare Video Unlimited dov’è possibile fruire delle produzioni della casa giapponese in campo cinematografico, Music Unlimited dove invece puoi trovare tutti i dischi prodotti da Sony ed in Playstation Network il servizio dedicato ai possessori di console sony che permette di usufruire di una miriade di videogame in cloud.

La fondazione di Sony Interactive Entertainment permetterà alle due realtà di crescere e diventare interconnesse tra loro in modo da migliorare l’esperienza di fruizione dei contenuti in cloud tramite le piattaforme della compagnia, oltre a dimostrare la volontà di accrescere l’impegno nel campo dell’intrattenimento dove il colosso nipponico trae i maggiori profitti. Questa prospettiva è importante, infatti, anche per la crescita della compagnia, dato che da diversi anni il settore gaming è l’unico in saldo positivo e questo trend può essere sfruttato per fare crescere anche gli altri settori di competenza della corporazione giapponese. La prima sede della nuova compagnia sarà a San Mateo in California e verrà seguita da altre due sedi una in Europa con Base a Londra ed una in Asia ovviamente a Tokyo. La collaborazione tra i diversi continenti sarà alla base del progetto per assicurare la coordinazione dei tre diversi mercati.

Fabio Scapellato