Calciomercato Chelsea, arriva Pato in prestito fino a giugno

271141-alexandre-pato-celeb-700Sembrano passati millenni da quando il Milan, grazie agli uffici di Leonardo, opzionava un giovane brasiliano di belle speranze non ancora maggiorenne  e lo coccolava a milanello convinto di avere per le mani il prossimo crack del calcio sudamericano. Alexandre Pato detto il Papero aveva conquistato i dirigenti rossoneri che per rubarlo alla concorrenza nel 2007 avevano pagato il gioiello del International 22 milioni di euro a soli 17 anni, il ragazzo ancora non tesserabile per limiti di età si era allenato con il Milan campione d’europa per sei mesi facendo poi il suo debutto nel gennaio dei 2008.

Gli esordi di Pato in rossonero avevano strabiliato tutti, l’attaccante brasiliano era dotato di una classe cristallina e di una velocità supersonica che a soli 18 anni lo rendevano uno degli attaccanti più forti dell’intero campionato italiano, in quei sei mesi il Papero ha collezionato 18 presenze mettendo a referto 9 reti(una ogni 2 partite). Con quel biglietto da visita i dirigenti del Milan erano sicuri di aver trovato l’erede di Andryi Shevchenko, passato in estate al Chelsea, e la seconda stagione aveva confermato quanto di buono il brasiliano aveva fatto nei sei mesi precedenti( 15 reti in 34 partite). L’anno della consacrazione, però, non è mai arrivato nelle due stagioni successive Alexandre non è mai riuscito a trovare continuità a causa di ripetuti infortuni muscolari, l’assenza forzata dai campi da gioco ne ha minato la fiducia facendogli perdere la confidenza con il gol; i due anni successivi, passati tra l’infermeria ed il gossip, sono diventati un agonia, così, il calciatore ha deciso di tornare in Brasile per ritrovare se stesso.

Anche il ritorno in patria è stato difficoltoso nel primo anno e mezzo al Corinthians, Pato ha confermato la parabola negativa che lo aveva accompagnato negli ultimi anni in Italia facendogli perdere il posto da titolare. La svolta per l’attaccante si è presentata con il trasferimento al Sao Paulo, dove già lo scorso anno aveva ritrovato fiducia e continuità di rendimento; in un anno e mezzo Pato ha giocato 56 partite e segnato 26 gol ritrovando anche la nazionale brasiliana. A 26 anni il calciatore di Porto Alegre ha una seconda occasione per sfondare nel calcio europeo, oggi, infatti, il suo procuratore Gilmar Veloz ha confermato che il suo assistito vestirà la maglia del Chelsea fino al termine della stagione in corso, non ci resta che fare i migliori auguri a Pato sperando di ritrovare un protagonista assoluto del calcio mondiale.

Fabio Scapellato