Germania: in piscina cartelli per istruire i migranti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:15

30C6DC7200000578-3426142-The_leaflets_in_public_swimming_pools_ask_migrants_not_to_wear_u-m-140_1454345361545Nel tentativo di arginare l’ondata di aggressioni ad opera di immigrati, nei confronti di adolescenti e giovani donne, le autorità di Monaco di Baviera hanno diffuso circa 20 mila volantini illustrati da affiggere nelle piscine pubbliche.

La notizia ci giunge dal quotidiano britannico Daily Mail Online.

Questi cartelloni “guida”, dotati di didascalie redatte in tedesco, arabo e inglese, forniscono ai migranti precise indicazioni circa la condotta da tenere in questi specifici luoghi pubblici.

Tutto ciò accade perché di recente, in una storica piscina tedesca, alcuni migranti sono stati immortalati mentre si masturbavano in vasca ed importunavano le bagnanti.

A Zwickau, in Sassonia, altri rifugiati sono stati colti a urinare nella piscina destinata ai più piccoli.

Alcuni centri ricreativi invece, dopo che una studentessa era stata violentata in piscina da un gruppo di adolescenti siriani, hanno vietato l’ingresso a tutti i richiedenti asilo.

Il portavoce dei servizi pubblici di Monaco di Baviera ha spiegato che le illustrazioni – dotate di didascalie in tedesco, arabo e inglese -, elaborate dall’Ufficio federale per l’uguaglianza e l’Ufficio antidiscriminazione, in collaborazione con il Centro per la Cooperazione Interculturale, contengono semplici norme di balneazione: non indossare biancheria in luogo del costume da bagno, non molestare le donne, non spingerle in acqua e simili.

Il portavoce ha aggiunto: “Abbiamo avuto una serie di incidenti in piscina“, pertanto si è reso necessario correre ai ripari.

Dopo la Germania anche altri Paesi hanno optato per analoghe o più severe soluzioni: in Svezia le piscine saranno presidiate da agenti di polizia in veste di bagnanti, mentre in Svizzera, alla stregua dell’Austria, in vista del prossimo carnevale di Lucerna, sono stati affissi volantini illustrati con indicazioni esplicite per i migranti.

Michela De Minico

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!