Omicidio Regeni: domani la salma a Roma. Alfano: “Subito la verità”

E’ previsto per domani alle ore 13 l’arrivo all’aeroporto di Fiumicino della salma di Giulio Regeni, il ricercatore universitario scomparso il 25 gennaio scorso e ritrovato cadavere due giorni fa alla periferia del Cairo. Degli esami facebook_regeni-kMVH-U10603416531821pM-1024x576@LaStampa.itautoptici che seguiranno se ne interesserà l’Istituto di medicina legale de La Sapienza, dove il corpo verrà trasferito su disposizione della procura di Roma. Il reato sul quale si indaga è quello di omicidio volontario, ed è affidato al pm Sergio Colaiocco. Ieri, intanto, il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, intervenendo alla trasmissione Agorà in onda su Raitre, ha voluto esprimere la posizione delle Istituzioni: “Tutte le procedure- ha detto – sono state attivate perché la giustizia sia severa con i responsabili. Noi abbiamo un solo obiettivo: la verità. Stanno partendo squadre di investigatori italiani per collaborare con la polizia egiziana, e sono convinto che al Sisi non si sottrarrà alla collaborazione, e che i buoni rapporti con l’Egitto siano un fluidificante per aiutare nella ricerca della verità”.

Accanto alla voce di Alfano arriva anche quella del ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, e quella del presidente del Senato, Pietro Grasso. Molti messaggi di cordoglio sono inoltre rivolti alla famiglia di Giulio, arrivata in Egitto mentre le operazioni di ricerca erano ancora in corso. Pierferdinando Casini, presidente della Commissione Affari esteri al Senato ha voluto rincarare la dose: “Una cosa è chiara- ha detto  – non possiamo accettare la manipolazione della verità e la manipolazione c’è già stata perché nel giro di una giornata fonti egiziane, attribuibili ad autorità diverse, hanno dato versioni diametralmente opposte. E proprio alcune di queste spiegazioni, altamente fuorvianti, inducono l’Italia ad essere inflessibile. Il presidente Mattarella – ha concluso – assieme a Renzi è stato molto esplicito: sconti non ne possiamo fare”.

Giuseppe Caretta