Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Pentagono pubblica 200 foto di torture in Iraq e Afghanistan

CONDIVIDI

Il dipartimento della Difesa americano ha pubblicato 198 fotografie di prigionieri abusati e torturati dalle forze imagearmate statunitensi d’istanza in Iraq ed Afghanistan fra il 2003 e il 2006. Sono foto scomode, che le autorità hanno a lungo tentato di mantenere secretate.  Gli avvocati del Pentagono hanno da sempre sostenuto che la pubblicazione di questo tipo di immagini potesse rappresentare un “grave rischio per la sicurezza nazionale”, argomentando questa posizione con l’eventualità che i terroristi potessero utilizzarle come forma di propaganda proprio contro gli Stati Uniti.

Eppure in questi giorni, dopo aver perduto una lunga battaglia legale contro l’associazione American Civil Liberties Union (Aclu) iniziata nel 2004, il dipartimento ha reso pubbliche proprio una parte di quelle 2000 fotografie che l’associazione vorrebbe diffondere. Come ha dichiarato in un comunicato il direttore del Security and Human Right Program statunitense di Amnesty International, Naureen Shah, “le foto pubblicate oggi rappresentano solo una piccola parte della storia di orrore nella prassi del governo degli Stati Uniti in termini di torture”. Per i reati di abusi accertati, fanno sapere dal Dipartimento della Sicurezza, 65 militari sono stati già condannati con pene che vanno dalle lettere disciplinari alla prigione.

Giuseppe Caretta

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore