USA: Il mistero dell’uomo morto con un codice sul corpo

downloadIl 30 Giugno 1999 il cadavere decomposto del 41enne Ricky McCormick, un disoccupato statunitense, fu rinvenuto in un campo di grano abbandonato a St. Louis, nel Missouri, nelle vicinanze della famosa Route 66.

Nascosti nelle tasche dei pantaloni che la vittima indossava al momento del ritrovamento, c’erano due biglietti che recavano dei messaggi in codice, apparentemente incomprensibili.

Né l’esame autoptico né la polizia locale, furono in grado di rivelare alcunché di definitivo e le cause della morte non furono mai stabilite.

All’epoca neppure gli esperti dell’FBI e dell’American Cryptogram Association erano riusciti a svelare l’arcano e ancor oggi, a distanza di 17 anni, il caso rimane aperto tant’è che nel 2011 l’esperto in crittografia Dan Olsen, ha lanciato un appello a chiunque potesse dare una mano a decrittare i messaggi.

In un primo momento nessuno aveva pensato a un omicidio. La scomparsa dell’uomo non era stata denunciata e gli stessi giornali non avevano fatto menzione dei messaggi cifrati.

Tuttavia, secondo una ipotesi elaborata qualche anno dopo la morte dell’uomo, McCormick sarebbe stato affetto da bipolarismo o schizofrenia e i messaggi prodotti dalla vittima stessa.

Un crittografo dilettante ha di recente riferito, in un thread pubblicato sul sito di social news e intrattenimento Reddit.com, che sua madre, affetta da schizofrenia, era solita scrivere messaggi privi di senso, pertanto questo potrebbe confermare la teoria avanzata qualche tempo fa dal crittografo amatoriale.

Ad ogni modo il caso resta ancora avvolto nel mistero.

Michela De Minico