Nuova tegola per il Real Madrid, il recupero di Bale si allunga

bale-infortunio-620x350Garreth Bale si è infortunato di nuovo e non è ancora chiaro quando sarà pronto per ritornare in campo, in principio si era parlato di tre settimane per il recupero totale ma adesso sia i medici che i preparatori fisici ci vanno con cautela ed il ritorno del gallese potrebbe avvenire solo dopo il ritorno di Champions con la Roma previsto per l’8 marzo.

Lo Staff tecnico del Madrid non vuole rischiare nessun giocatore e tanto meno Bale vuole affrettare il rientro con il pericolo che il problema si ripresenti in forma più grave inficiandogli il prosieguo della stagione, per adesso non si sono visti netti miglioramenti e solo nel caso in cui il calciatore si senta sicuro durante i prossimi allenamenti gli sarà permesso di essere presente per la sfida al vertice contro gli odiati rivali dell’Atletico Madrid il 27 febbraio. Lo stesso Bale ha riscontrato il motivo della ricaduta in un errore della disamina dell’infortunio ciò lo ha costretto ad un nuovo periodo di stop dopo quello di inizio anno.

Il gallesse era in uno stato di forma eccezionale che gli aveva permesso di vivere la migliore stagione da quando era approdato a Madrid, il che rende ancora più importante il suo recupero in vista degli appuntamenti più importanti della stagione. La dirigenza in questo momento vede con preoccupazione sia la situazione muscolare di Bale al secondo infortunio al Soleo del polpaccio( il sesto da quando è al Real) sia l’affidabilità dello staff medico colpevole dell’errore nella previsione del totale recupero. Zidane a riguardo è stato molto chiaro dichiarando che non si rischierà un rientro affrettato del fuoriclasse ex Tottenham, questa dichiarazione suona come una conferma che Ronaldo e compagni dovranno fare a meno di lui quasi sicuramente per un altro mese senza un sostituto degno, al posto di Bale, infatti, in queste partite si sono alternati Isco, Rodriguez e Jesè ma nessuno dei tre è stato in grado di offrire delle prestazioni convincenti in quel ruolo.

Fabio Scapellato