La Juventus pareggia a Bologna, ma Allegri sdrammatizza “Lunedì tiferò Milan”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:05

allegriLa sua Juventus interrompe la striscia di vittorie consecutive contro il Bologna di Donadoni ma Allegri sembra sereno e comincia a pensare all’impegno di gala che attende la sua squadra questo martedì in Champions League contro il Bayern Monaco. Il tecnico toscano, intervistato a fine partita da Sky Sport, non fa drammi sull’opportunità sciupata di allungare in classifica sul Napoli, impegnato lunedì in uno scontro complicato contro un Milan reduce da un periodo estremamente positivo, e si concede una battuta proprio sulla partita di lunedì sera: ” Lunedì tiferò Milan, è normale, ma il campionato è ancora lungo e si deciderà all’ultima giornata”.

Dopo solo una settimana, quindi, i bianconeri possono perdere di nuovo la vetta della classifica inseguita a lungo in questi mesi, così il giornalista di Sky prova a stuzzicarlo sull’argomento dicendogli che la vittoria avrebbe rappresentato mezzo scudetto e lui senza tradire l’aura di serenità che lo circonda da inizio campionato gli risponde con un altra battuta: “la vittoria rappresentava un pezzo di scudetto, ed il pareggio allora un pezzettino”, poi torna serio e da la sua opinione professionale giustificando il risultato dei suoi ragazzi “ I ragazzi vengono da quindici vittorie su sedici partite, in questi quattro mesi c’è stato un dispendio di energie enorme, volevamo vincere ma non siamo stati in grado di sbloccare la partita“, dopo aver spiegato il calo di rendimento della sua Juventus, Allegri elogia il Bologna di Donadoni attribuendogli grandi meriti per come ha affrontato la partita impedendo alla sua squadra di trovare gli spazi giusti per colpire.

A chi gli fa notare inoltre la prestazione deludente di Zaza, schierato dal primo minuto dopo molto tempo, il tecnico toscano gli risponde: ” Zaza attacca molto bene gli spazi e stasera non ce ne erano. È stata una di quelle partite che con un episodio si possono sbloccare” bloccando la possibile polemica sul nascere. In attesa insomma della partita del Napoli di lunedì sera, insomma, Allegri si gode il primato temporaneo consapevole delle potenzialità della sua squadra che rimane, in ogni caso, la favorita alla vittoria finale.

Fabio Scapellato