Delitto Gloria Rosbosch: uccisa dall’ex alunno Gabriele Defilippi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:17

rosboch de filippi-2Anche Gabriele Defilippi alla fine ha confessato: il 22enne ha finalmente ammesso davanti agli inquirenti di aver partecipato all’omicidio di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte trovata senza vita nel pomeriggio di ieri a Rivara, nei pressi di una vecchia discarica.

E’ stato un delitto del tutto premeditato e pianificato nei dettagli. Gabriele Defilippi ha confessato, intorno alle ore 2 della scorsa notte, che lui e il suo amico-amante, Roberto Obert, hanno strangolato Gloria Rosbosch nascondendo il corpo in una cisterna di Rivara. Incertezza però su chi dei due abbia materialmente ucciso la donna dato che i due si accusano a vicenda.

Subito dopo l’arresto di Defilippi ha avuto luogo l’interrogatori davanti al suo avvocato e alla presenza del procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando, del comandante provinciale Arturo Guarino e del colonnello del nucleo investigativo Domenico Mascoli.

Il giovane ha detto di aver soffocato la donna dopo che anche Roberto Obert, 54enne di Forno Canavese, aveva ammesso di aver preso parte al delitto e aveva anche indicato, alle forze dell’ordine, l’esatto punto in cui si trovava il cadavere dell’insegnante 49enne.

A negare, per il momento, ogni coinvolgimento nella vicenda  è stata la madre del ragazzo, Caterina Abbattista, la quale ha ammesso con forza di essere totalmente estranea ai fatti.

Le indagini proseguono.

 

Chiara Lomuscio

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!