L’Inter scaccia la crisi, il Mancio soddisfatto: “sarò come Mourinho”

mancini-conferenzaL’Inter di Mancini scaccia la crisi con un netto 3-1 contro la Sampdoria di Montella sempre più invischiata nella lotta salvezza e ritrova il gol di Icardi che ispirato dalla presenza di Mourinho e Ronaldo in tribuna si traveste da fenomeno e regala una progressione da fenomeno per fissare il risultato definitivo.

Il tecnico nerazzurro sa che il peggio non è ancora passato e predica calma intervistato a fine partita: “Quando le cose non vanno bene, tutte le partite sono delicate. Stasera era importante la vittoria per non staccarci troppo dal terzo posto”, ma nonostante questa prova di umiltà il Mancio è sicuramente soddisfatto perché di segnali incoraggianti i suoi ne hanno mandati e sembra che il gruppo sia realmente affiatato e pronto a riprendersi il ruolo da protagonista che per un mese aveva dimenticato di poter recitare, la prova dell’affiatamento l’ha data D’Ambrosio che dopo il gol ha chiamato i compagni per esultare insieme al proprio allenatore. Sull’unione del gruppo parla anche Mancini che elogia la squadra: “Il gruppo è formato da ragazzi splendidi che sono amareggiati per il periodo che stiamo passando, ma ne usciremo tutti insieme”.

Infine stuzzicato dalla stampa Mancini parla di Mourinho, i tifosi nerazzurri hanno accolto il tecnico lusitano con una coreografia celebrativa del triplete e gli hanno dedicato cori per tutto l’incontro: “Mourinho è l’allenatore che ha vinto la Champions e il Triplete, se io verrò a San Siro tra anni accadrà lo stesso”. L’atmosfera dopo il successo di ieri è decisamente più rilassata, adesso bisogna dare continuità ai risultati per ottenere quel terzo posto che permetterebbe alla squadra milanese di continuare il progetto di crescita e puntare con decisione alla vittoria di un titolo che manca da troppo tempo.

Fabio Scapellato