Home Notizie di Calcio e Calciatori

Champions: La Juventus riprende il Bayern all’ultimo respiro

CONDIVIDI

511889024Può essere soddisfatto Massimiliano Allegri della prestazione della sua squadra contro il fortissimo Bayern Monaco, per settanta minuti gli juventini si sono dovuti inchinare ai tedeschi che hanno schiacciato i bianconeri nella loro metà campo raggiungendo una percentuale di possesso palla surreale, alla fine del primo tempo i bavaresi avevano un possesso palla pari al 80%, il vantaggio dei bavaresi ne è stato l’inevitabile ed ovvio risultato anche se i bianconeri possono protestare per una presunta irregolarità. Il secondo tempo è iniziato come è finito il primo ed il raddoppio di Robben in fase di semi transizione poteva essere il sigillo finale ad una prestazione mostruosa dei tedeschi, invece la Juventus ha uscito il carattere, guadagnato campo ed attuato una rimonta che nessuno si sarebbe aspettato.

Intervistato a fine gara da Premium Sport il tecnico della Juventus si è detto, infatti, soddisfatto dell’interpretazione dei suoi aggiungendo che nonostante il predominio del Bayern anche nel primo tempo la sua squadra avrebbe potuto fare uno o più gol: “La squadra ha fatto una bella partita , dobbiamo ripartire dalla ripresa, ma rivedere il primo tempo. Nel secondo siamo stati più spregiudicati e siamo stati premiati: per passare il turno bisogna vincere una partita, non l’abbiamo fatto in casa, dovremo farlo a Monaco”. Successivamente il toscano ha aggiunto che crede nella qualificazione ma che a questo punto sono obbligati a vincere ed a lasciare a casa i timori.

Di tutt’altro umore il tecnico del Bayern Monaco, Pep Guardiola, che nell’intervista post gara sembra amareggiato dagli errori difensivi, causati, secondo l’allenatore spagnolo, da una mancanza di concentrazione: “ Siamo stati sfortunati negli episodi. Come accade, però, da tre anni a questa parte ci disuniamo dopo aver chiuso le partite e ci facciamo rimontare. Non si tratta di un calo fisico, per me il calo fisico non esiste, ma di semplice distrazione. Non ci possiamo aspettare da una squadra con il blasone ed campioni che ha la Juventus che si arrendano solo perché sono in svantaggio di due gol”. Le parole di Pep sono chiaramente rivolte alla sufficienza della sua squadra, che con un po’ di attenzione in più avrebbe già chiuso il discorso qualificazione che invece è rimandato al 15 marzo a Monaco di Baviera.

Fabio Scapellato

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram