Inverno pazzo nel 2016: +3,5 gradi rispetto alla media e fragole già mature

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05

mare-natale-0410Possiamo dirlo con certezza: quello del 2016 è un inverno pazz0.

L’inverno in Italia è quasi del tutto assente, con temperature sopra la media di 3,5 gradi e proprio per queste temperature così elevata, la maturazione di  tutte le primizie si è particolarmente accelerata, sconvolgendo anche l’agricoltura.

Nei banchi dei mercati di Roma, infatti, già si vende il carciofo romanesco in anticipo di circa un mese, così come le prime fragole, i cavolfiori, i broccoli e le cime di rapa tardive, sempre in anticipo di almeno un mese.

Le campagne italiane sono sconvolte da un inverno torrido che a Gennaio ha registrato una temperatura minima superiore di ben 1,9 gradi rispetto alla media del periodo, secondo i dati Ucea, appena finito il 2015, che si è classificato come il più caldo da almeno 215 anni.

“Se nei vigneti l’anomalia è resa evidente dalla presenza delle prime gemme, a preoccupare – sostiene la Coldiretti – sono invece le piante da frutto, dai mandorli agli albicocchi fino ad alcune varietà di pesche, che si sono “risvegliate” in forte anticipo rispetto all’arrivo della primavera e, in molti casi, sono fiorite e risultano ora particolarmente vulnerabili all’annunciato arrivo del freddo e del gelo.”

Ha dichiarato con preoccupazione la Coldiretti, aggiungendo che:
“L’andamento anomalo di questo inverno conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano proprio con la più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense e un maggiore rischio per le gelate tardive”

 

Chiara Lomuscio

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!