Cibo scaduto venduto al supermercato a metà prezzo. In Danimarca Wefood è un vero successo

Si chiama Wefood, si trova in Danimarca, precisamente a Copenaghen, ed è il primo supermercato al mondo a vendere merce scaduta. L’iniziativa però non deve sorprendere. Data la mole immensa di cibo ancora commestibile
images (3)che viene gettato via ogni giorno nel mondo (si parla di qualcosa come 1,3 miliardi di tonnellate, 700mila delle quali solo in Danimarca) era chiaro che prima o poi qualcuno avrebbe tentato di invertire la rotta. Ed il cibo raccolto dai volontari dell’Ong che ha fondato il supermercato, la Folkekirkens Nødhjælp, ha il vantaggio di essere rivenduto con prezzi molto inferiori rispetto a quelli della concorrenza, con sconti dal 30 al 50%. In ogni caso, si affrettano a precisare, è cibo che rispetta ancora tutti i criteri sanitari per essere messo in commercio e mangiato. Non solo: “La nostra iniziativa  – spiegano gli ideatori –  non è pensata soltanto per i clienti con i redditi bassi. Al contrario, è nata per chi è preoccupato dalla quantità di rifiuti alimentari prodotti in questo paese”.

Come afferma lo stesso ministro danese dell’Ambiente, Eva Kjer Hansen: “E’ ridicolo che il cibo che esce dalla filiera produttiva venga buttato via quando è ancora buono. E’ un male per l’ambiente, e un modo per buttare via il denaro impiegato nella produzione”. La Danimarca, sulla scia di queste considerazioni, negli ultimi anni ha ridotto del 25% i rifiuti alimentari. Ma parliamo di Danimarca, al vertice delle più autorevoli classifiche che distinguono i Paesi per qualità della vita. Lontana, forse troppo, dai gradini bassi che purtroppo occupa il nostro paese.

Giuseppe Caretta