Presidenziali Usa, primarie democratiche in South Carolina: Clinton stravince col 73,5%

Hillary Clinton ritorna finalmente a respirare. Dopo un avvio di primarie davvero sotto tono che avevano stravolto buona parte dei pronostici, ieri la Clinton è tornata a vincere, anzi, a stravincere nel South Carolina durante le clintonvotazioni dem, ed ora la sua corsa verso la Casa Bianca appare rimessa sui binari giusti.

Un netto 75 percento ha praticamente spazzato via il senatore democratico Bernie Sanders, che paga forse lo scotto di aver dovuto sostenere una votazione in uno stato che è composto, per una buona metà, da afroamericani con i quali la Clinton ha da tempo un rapporto perlomeno privilegiato. E questo dice molto del peso che hanno le comunità nelle votazioni presidenziali americane. Obama stregò proprio parte di quell’elettorato che ieri ha visto in Sanders un portavoce dell’ala liberal e bianca così poco gradita da queste parti. Ed infatti pare che lo stesso senatore non avesse puntato troppo sulla campagna elettorale di questa tappa, ritenendo forse fin troppo difficile recuperare uno svantaggio che si riteneva incolmabile. Così è stato. Adesso Hillary Clinton sa di potersi giocare fino in fondo il cammino che porterà alle prossime elezioni di martedì, il Supertuesday, nel quale voteranno molti di quelli stati popolosi dai quali verranno eletti buona parte dei delegati, Texas e Massachusetts sugli altri.

Giuseppe Caretta