Jérémy Ménez torna al gol, con lui il Milan può credere al sogno Champions

279406-jeremy-menezac-milan700I segnali incoraggianti per il Milan di Mihajlovic, non sono arrivati tanto dalla bella vittoria ottenuta (per 5 a 0) sulla povera Alessandria, ma dai protagonisti in campo. Balotelli è tornato al gol su azione ed è sembrato in una migliore condizione rispetto ad un mese fa, il che potrebbe farlo diventare un ottima alternativa per l’attacco. Ma la notizia più importante per il tecnico serbo arriva da Jérémy Ménez, il francese, autore di una doppietta, si candida con forza ad un ruolo da protagonista, un ruolo che si è liberato dopo la clamorosa auto eliminazione da parte di Niang.

Il fuoriclasse francese,  lo scorso anno, era stato l’assoluto protagonista dell’attacco rossonero(indimenticabili alcuni suoi gol primo tra tutti quello contro il Parma), diventando a fine campionato il miglior marcatore stagionale del Milan con 16 gol in 35 gare di campionato. In fase di preparazione, la dirigenza aveva puntato su di lui per fare coppia con il nuovo acquisto Bacca, ma un infortunio alla schiena gli aveva impedito di completare la preparazione con i compagni e di formare insieme al colombiano una delle coppie d’attacco migliori della Serie A. Il suo rientro era stato previsto per ottobre ma ulteriori complicazioni gli hanno impedito di rientrare nella prima parte del campionato, cominciando a fare dubitare, tifosi e stampa, sul suo possibile rientro in campo e sulla sua permanenza in maglia rossonera.

Con la prestazione di ieri, il funambolo francese ha scacciato le nubi legate alla sua utilità, dimostrando, agli scettici, che il suo talento è più forte delle avversità. Mihajlovic, infatti, gongola consapevole che, se il francese riuscisse a tornare ai livelli dello scorso anno, la sua squadra ne guadagnerebbe in qualità di gioco e numero di alternative nella fase offensiva; la fantasia del trequartista originario di Longjumeau potrebbe scardinare le difese avversarie e permettere a Bacca di ricevere maggiori rifornimenti in profondità che gli consentirebbero di incrementare la sua già ampia media realizzativa. Ménez si è ripreso il Milan ed ora i diavoli puntano con decisione a quel terzo posto che significherebbe Champions e che fornirebbe la concreta possibilità di rinforzare la rosa. Il gruppo rodato in questa stagione da Mihajlovic, infatti, rappresenta solo l’inizio di una fase di costruzione che, se completata, potrebbe portare all’apertura di un nuovo ciclo di successi.

Fabio Scapellato