Il doodle del giorno: omaggio al ponte tra Rio e Niteroi

doodleEra il 4 marzo del 1974 quando il ponte che collega le città brasiliane di Rio de Janeiro e Niteroi venne inaugurato. Una data che Google ha voluto ricordare dedicando all’evento il doodle del giorno. Il motore di ricerca più famoso del mondo – che è solito celebrare personaggi famosi o festività particolarmente sentite – ha scelto, questa volta, di esaltare l’ingegnosità umana che, nel caso specifico, ha portato alla realizzazione di uno dei ponti più lunghi che siano mai stati costruiti al mondo.

I lavori per la realizzazione dell’ambiziosa struttura iniziarono nell’estate del 1968 e, come già detto, si conclusero in meno di 10 anni. Quando venne stabilita una nuova e duratura connessione tra Rio de Janeiro e Niteroi, due delle città più popolose dell’intero Brasile. A dividere i due centri è, infatti, la Baia di Guanabara che il ponte, coi suoi 13.290 metri di lunghezza, riesce a oltrepassare. Rendendo più agevole il transito di persone e merci che, fino a quel momento, per spostarsi da Rio a Niteroi (o viceversa), avevano potuto contare solo su un servizio di traghetti, che rimane tuttora funzionante.

Sul ponte, che è il più lungo dell’America Latina e uno dei più lunghi al mondo, passano giornalmente più di 100 mila passeggeri. Il doodler Patrick Leger, per festeggiare i primi 42 anni di “attività” della struttura, ha scelto di puntare su una ricostruzione semplice e lineare. Con la costa brasiliana a fare da sfondo e i caldi colori del sole latino a “ingentilire”, con la loro brillantezza, ogni cosa.

Maria Saporito