FIFA, Giovanni Infantino: “Presto avrà luogo la sperimentazione della moviola in campo”

Gianni-InfantinoUn passo importante per il mondo del calcio è stato compiuto durante la 130esima assemblea generale della FIFA a Cardiff. Durante l’assemblea, i membri dell’Interational Board della FIFA, hanno dato il via libera per la sperimentazione della moviola in campo. L’organismo deputato alle modifiche del regolamento, ha detto si alla sperimentazione, sotto forma di test, della moviola come possibile aiuto ai direttori di gara, questo, nel caso in cui, si trovino in difficoltà e siano costretti, dalle circostanze, a prendere una decisione controversa, chiaramente, la decisione finale spetta comunque all’arbitro e la moviola dev’essere solo uno strumento ulteriore per aiutarlo nella decisione. Una decisione importante, che da tempo era richiesta a gran voce da tutte le federazioni, per avere una maggiore trasparenza nelle decisioni importanti, il meccanismo della moviola non è ancora definito, ma probabilmente verrà regolamentato allo stesso modo in cui è normato nel Basket e nel Rugby con grande successo.

Il nuovo presidente della FIFA, Giovanni Infantino, visibilmente contento, ha così commentato il suo personale successo: “Abbiamo dimostrato che stiamo ascoltando il calcio e stiamo applicando il buon senso. Dobbiamo essere prudenti, ma stiamo facendo passi concreti per mostrare che è iniziata una nuova era“. Oltre a questa importante decisione, L’international Board, ha anche approvato, su richiesta della UEFA ,un cambiamento di regolamento legato alla espulsione per fallo su chiara occasione da rete: adesso dovrà essere valutata intenzionalità del fallo, nel caso in cui questa manchi per il calciatore coinvolto, che sia o un portiere o un difensore, non ci sarà un espulsione ma soltanto un giallo. Nel caso opposto: in cui, ovvero, il fallo sia chiaramente volontario, così come ora, il calciatore colpevole del fallo verrà espulso e punito con tre giornate di squalifica.

Un ultima decisione riguarda l’introduzione della quarta sostituzione, anche in questo caso il voto è stato favorevole. Dalla prossima stagione, sempre in via sperimentale, gli allenatori avranno a disposizione una sostituzione in più, ciò servirà a vedere se, effettivamente, questa possibilità porti  un beneficio ai calciatori, oppure, se sarà, solamente, utilizzata come strumento tattico di penalizzazione della squadra avversaria durante il periodo di recupero. Tutte queste norme verranno testate per un periodo di due anni alla fine dei quali verrà presa la decisione definitiva sull’implementazione di queste nel regolamento ufficiale.

FabioScapellato