Home Notizie di Calcio e Calciatori

Hellas – Sampdoria, la sfida degli incroci per mantenere la categorie

CONDIVIDI

BIG-wszolek

Il secondo anticipo di questa settimana in Serie A, che sarà anche il primo del sabato, vede scendere in campo Hellas Verona e Sampdoria al Bentegodi. Entrambe le squadre stanno lottando per posizioni che, a inizio campionato, non si pensava potessero competere né all’una né all’altra: la squadra di Luigi Delneri lotta per scrollarsi di dosso l’ultimo posto in classifica, i ragazzi di Vincenzo Montella perseguono una tranquillità di graduatoria lontana dalla zona calda. Tra le due squadre i collegamenti sono tanti, i parallelismi pure, gli incroci innumerevoli.

Partiamo dagli ex veri e propri, da un lato Pawel Wszolek e dall’altro Jacopo Sala. Se quest’ultimo non è stato convocato per un infortunio che lo sta tenendo lontano dai campi da diverse settimane, il primo sarà regolarmente in campo, perché l’esterno polacco ha vissuto di quella che è l’arma più forte del suo tecnico. Il maestro di Aquileia, infatti, ovunque sia andato ad allenare, a patto di restarci per più di un mese – Porto escluso, quindi – a sempre ottenuto grande fortuna e successo con i suoi esterni e Wszolek è soltanto l’ultimo di essi. Da Semioli a Guberti, passando per Mannini, Delneri arrivò a ottenere un quarto posto con la Sampdoria di pochi anni fa, con un 4-4-2 elementare, ma efficace. Dopo alti e bassi, quindi, in blucerchiato e durante la gestione di Andrea Mandorlini, affiancato tra l’altro da Enrico Nicolini, una grande ex bandiera della Sampdoria, Wszolek stasera scende in campo da avversario temuto, mai troppo apprezzato.

Un altro grande ex è chiaramente Giampaolo Pazzini: l’attaccante di Pescia, però, non sarà in campo perché squalificato, salterà quindi il revival con Antonio Cassano, che invece sarà titolare alle spalle di Fabio Quagliarella, per sostituire l’altro squalificato, Joaquin Correa. Infine, chi non scenderà in campo, ma che si fregerà comunque del titolo di avversario in casa, è Lazaros Christodoulopoulos, utilizzato con il contagocce sia da Walter Zenga che da Vincenzo Montella, arrivato proprio in cambio di Pawel Wszolek, ma senza sortire lo stesso effetto del polacco. La storia comunque offre tantissimi altri incroci tra queste due squadre, che passano anche dal mercato, come per esempio Luca Marrone, che dal Carpi avrebbe potuto scegliere Genova o Verona, salvo ritrovarsi poi all’Hellas, con la quale ha anche ottenuto il record di assist da fermo in Serie A, tre, in una sola partita, contro l’Inter. In chiusura ricordiamo anche che tra le due compagini vige un fortissimo gemellaggio, forse il più forte di tutti quelli che la Sampdoria ha in Italia: sarà una festa sugli spalti, sarà una festa a fine partite, quando si festeggerà anche il secondo anniversario del club di tifosi blucerchiati a Verona. Per un incrocio che, mai come stavolta, vale indubbiamente la categoria, per l’una e per l’altra squadra.

Mario Petillo

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram