Mihajlovic lascia a fine stagione, il sostituto potrebbe essere Di Francesco

180617250-715b34a1-3466-4f07-9cad-e152307528ee1Continuano le indiscrezioni in casa Milan, ieri è arrivata la voce che Mihajlovic lascerà la panchina del diavolo a fine stagione, ed oggi, dopo la conferma dell’indiscrezione su Sky Sport 24, è stata avanzata la candidatura di Eusebio Di Francesco come successore del serbo sulla panchina dei rossoneri. L’eventuale scelta di Di Francesco porterebbe con se diverse conseguenze, in primis, l’arrivo a Milanello del gioiello del Sassuolo, Domenico Berardi, che rappresenterebbe l’unica richiesta imprescindibile per l’allenatore.

L’attaccante classe ’94 proviene dalle giovanili della Juventus, che ha sul giocatore un opzione di riscatto fissata a 25 milioni di euro da esercitare in estate, però, sul trasferimento di Berardi peserà la volontà del giocatore, che gode della stima incondizionata del suo attuale tecnico e che seguirebbe Di Francesco in qualsiasi piazza. Le voci sul passaggio del tecnico e della stella del Sassuolo al Milan arrivano direttamente dal presidente della squadra emiliana, Giorgio Squinzi (grande tifoso milanista) che durante l’incontro di domenica avrebbe affermato:“Non è ancora detto che Berardi vada alla Juventus la prossima stagione“, e successivamente parlando del suo tecnico “Eusebio lo vedrei bene ad allenare il Milan“.

Di Francesco, dopo un primo periodo di ambientamento alla massima serie, ha dimostrato a tutti di essere un allenatore competente, capace di trasmettere alla squadra una mentalità vincente ed una filosofia di gioco ben precisa, queste, sono qualità che hanno fatto, sempre, la differenza nella scelta degli allenatori del Milan e non sarebbe la prima volta che Berlusconi punterebbe su un allenatore emergente. Fin dal primo periodo, infatti, il presidente del Milan, agli allenatori affermati, ha preferito quelli capaci di mettere in campo un gioco d’attacco, è stato così con Sacchi, Ancelotti e perfino Allegri (con cui ha avuto in seguito alcuni screzi). In questo momento in Italia solo Di Francesco e Sarri (che difficilmente si muoverà da Napoli) possono garantire al diavolo un gioco spettacolare ed innovativo senza richiedere esborsi eccessivi per rifondare la rosa, questo potrebbe fare propendere la dirigenza del Milan ha puntare sull’attuale tecnico del Sassuolo, ma per un ulteriore conferma bisognerà aspettare il mercato estivo.

Fabio Scapellato