Zoff incorona Buffon: «Superato dal più forte, ora prenderà Rossi»

Foto LaPresse - Marco Alpozzi 21/10/2015 Torino ( Italia) Sport Calcio Juventus Vs.  Borussia Mönchengladbach Champions League - Fase a gruppi - Juventus Stadium Nella foto: Buffon Gianluigi (Juventus F.C.);  Photo LaPresse - Marco Alpozzi October 21, 2015 Torino ( Italy) Sport Soccer Juventus Vs.  Borussia Mönchengladbach Champions League - Fase a gruppi - Juventus Stadium In the pic:  Buffon Gianluigi (Juventus F.C.);

Gianluigi Buffon ha superato ufficialmente Dino Zoff nella classifica dei portieri più imbattuti della Serie A. Ora dinanzi al portiere della Juventus c’è soltanto il record di Rossi, che potrà essere battuto mantenendo l’imbattibilità per i primi tre minuti contro il Torino, nel derby della prossima. Un risultato che, per la Juventus imbattuta da dieci partite, sembra alla portata di tutti. Intanto Zoff non si è per niente meravigliato di tale risultato e, sportivamente, ha accettato di essere retrocesso di un gradino sul podio.

«Ero sicuro che sarebbe successo: ora batterà anche il record di Rossi – ha detto a La Gazzetta – Io non mi sono mai preoccupato dei record, però: sono importanti solo perché fanno il bene della squadra». D’altronde lo stesso Buffon nelle scorse settimane aveva dichiarato di non essere interessato al risultato individuale, bensì al successo collettivo: i bianconeri, ora, possono fregiarsi di dieci partite consecutive con la rete inviolata, un risultato che viene impreziosito anche dai 19 risultati utili consecutivi, con l’ultima sconfitta che risale a un girone fa contro il Sassuolo, e un pareggio con il Bologna al Dall’Ara di poche settimane fa.

«Questa Juventus può vincere cinque scudetti di fila: un traguardo stratosferico. Mi fa piacere sapere che è stato Buffon a battere il mio record perché è quello che ha più credenziali: la sua statura è superiore a tutti, anche a Rossi. È un giocatore che non si accontenta delle sue attitudini naturali e ha lavorato molto sulla personalità. Fisicamente può arrivare a 41 anni, come ho fatto io: probabilmente è anche vero che adesso sta meglio di qualche anno fa, ma quelli sono dei cicli, periodi che non dipendono dall’età. Si dice sia un leader, proprio come me, ma in modo meno silenzioso. Quello che fa la differenza è quanto e come si parla nello spogliatoio, e lì lo facevo anche io, ma nel rispetto delle regole e del ruolo chiaramente».

Inevitabilmente Zoff può guardare anche al futuro, da osservatore disinteressato, dall’alto della sua esperienza e competenza nel ruolo. Un futuro Buffon, quindi, viene individuato chiaramente in Donnarumma, ma pensando molto più vicino: «Perin e Sportiello».