Allarme terrorismo in Belgio: sparatoria durante una perquisizione. Almeno 2 uomini in fuga

In Belgio è ancora paura terrorismo. Tre poliziotti sono rimasti infatti feriti da colpi di arma da fuoco durante una

(ansa)
(ansa)

perquisizione che stavano effettuando in relazione agli attacchi terroristici dello scorso novembre a Parigi.

Secondo le prime testimonianze pare che ad aprire il fuoco siano stati almeno due uomini, forse giovani, che avevano appresso delle armi conservate in casa di uno dei due. In questa circostanza sono rimasti feriti due dei tre agenti. Mentre i fuggitivi si allontanavano dai tetti, gli uomini delle forze dell’ordine hanno rinvenuto i caricatori utilizzati nella sparatoria dai due uomini, che avrebbero attaccato con dei kalashnikov. In lontananza, intanto, risuonavano nuovi spari. La zona dov’è avvenuto il conflitto a fuoco è stata immediatamente chiusa al traffico e al pubblico. Al momento decine di agenti presidiano l’area alla ricerca dei fuggitivi. Intanto, ai cittadini che vivono nell’area coinvolta, è stato consigliato di non abbandonare le proprie abitazioni e, al contempo, il borgomastro ha voluto rassicurare tutti sul fatto che la scuola e l’asilo presenti nel quartiere Forest, teatro di questa giornata d’altissima tensione, sono al sicuro così come la sicurezza dei loro occupanti.

Il Belgio, che subito dopo gli attentati di Parigi mise in moto una vera e propria caccia all’uomo andata avanti per giorni, ha già incriminato undici persone a vario titolo coinvolte in quei fatti sanguinosi.

Giuseppe Caretta