Omicidio Varani: lo sfogo della fidanzata Marta

f642855ab09b2133eca38da4c5de3653-kOyG-U1070511402065NiC-1024x576@LaStampa.itMarta, la fidanzata di Luca Varani, il ragazzo assassinato da Marco Prato e Manuel Foffo, nonostante lo straziante dolore per la perdita del fidanzato, non perde minimamente la voglia di giustizia.

La ragazza ha, infatti, scritto un corposo post sul suo blog in cui esordisce con la frase: “Non sai mai quanto sei forte, finchè essere forte è l’unica scelta che hai”.

Proseguendo, Marta si è abbandonata ad un lungo sfogo:

“Eccomi, di nuovo, come al solito a scrivere. Vorrei soffermarmi su questa parola, su questa frase e vorrei essere etichettata una donna forte per altri motivi. Ovunque mi giro, ovunque leggo (vi leggo piano piano e vi ringrazio ancora una volta per tutta la solidarietà mostrata), vengo definita in questo modo. Questo dimostra che l’età non conta e si può essere profondamente maturi a 22 anni come tremendamente irresponsabili a 50, poco importa. Mi fa un immenso piacere vedere che la gente, e sottolineo dire mai vista o conosciuta che mi dedica anche un minuto della sua vita per un pensiero, un messaggio, un cuore o qualsiasi cosa per farsi sentire presente. L’ho sempre pensato che i grandi gesti sono scontati o comunque facili da fare, mentre invece quelli piccoli sono i più belli ed i più profondi. Non voglio suscitare pena o tenerezza, mai, in nessun modo anche perché chi mi conosce lo sa benissimo che io sono per il meglio essere invidiati che compatiti, ed è per questo (ribadisco) che ho scelto di scrivere le mie sensazioni, i miei pensieri tramite un social, in modo tale da non ottenere nulla in cambio e soprattutto per evitare di travasare la mia personale verità !! Ricevo messaggi ogni giorno e condivisioni di gente che a mio modesto parere personale, un po’ anche per curiosità ed un po’ per logica, sceglie di andare a cercare sul mio profilo c’ho che ho bisogno di condividere e che condivide a sua volta, e che preferisce credere a me piuttosto che quelle assurdità che si sentono in tv o da qualsiasi altra parte perchè, insomma… Ragionate !! Non so nulla io di certo dalle indagini, adesso le possono sapere addirittura i giornalisti? Non credo.”

 

Chiara Lomuscio