17 Marzo 2016: si festeggia San Patrizio d’Irlanda

downloadIl 17 Marzo le Chiese Cattolica e Ortodossa venerano San Patrizio, patrono d’Irlanda insieme a San Columba e Santa Brigida.

Nato in Scozia nel 385 da agiati genitori romani, Maewyin Succat (questo il suo vero nome), a 16 anni fu strappato alla famiglia da alcuni pirati irlandesi e venduto come schiavo al re del North Dal Riada, nell’attuale Irlanda del Nord.

Cristiano come i genitori, Patrizio durante la schiavitù apprese il gaelico e conobbe la religione celtica.

Non molti anni dopo fuggì e ritornò presso la sua famiglia, dopodiché si dedicò agli studi per diventare sacerdote.

Fu ordinato diacono, poi sacerdote e, prima di partire per l’evangelizzazione delle isole britanniche – per ordine di papa Celestino I, nel 431-432 –, fu consacrato vescovo da San Germano d’Auxerre.

In Irlanda convertì molte anime, fece innalzare chiese e indusse molti giovani a ricevere gli ordini sacri.

Ispirandosi al paganesimo celtico, Patrizio diede vita a una corrente definita Cristianesimo celtico – in seguito ridimensionato dalla Chiesa Cristiana –, una sorta di sincretismo tra Cristianesimo e tradizioni storiche del popolo irlandese.

Ad esempio introdusse il simbolo della croce solare sulla croce latina, cosicché la croce celtica divenne il simbolo del Cristianesimo celtico.

A 50 anni Patrizio intraprese un viaggio verso Roma, poi fece ritorno in Irlanda stabilendosi a Downpatrick oppure, secondo altri, in Inghilterra o in Galles, ove trascorse gli ultimi anni di vita.

Morì il 17 Marzo 461. L’antica cattedrale di Down sarebbe il luogo di sepoltura delle sue spoglie mortali.

Alla figura di San Patrizio sono connesse numerose leggende: la tradizione vuole che in Irlanda non vi siano più serpenti dopo che egli, per scacciare le impurità dal monte Croagh Paidrig, ebbe scagliato una campana su una pendice della montagna sacra.

Altrettanto celebre è la leggenda del pozzo di San Patrizio, il pozzo senza fondo che egli custodiva, da cui si aprivano le porte del Purgatorio, fino ad intravvedere quelle del Paradiso.

Quanto al trifoglio, simbolo associato alla figura del santo, la tradizione irlandese vuole che servendosi di esso Patrizio abbia spiegato ai barbari il concetto cristiano di Trinità.

Michela De Minico