Il doodle del giorno: è tempo di Nawruz in Asia Centrale

doodleI Paesi dell’Asia Centrale divenuti, nel corso degli ultimi anni, teatri di conflitti e tensioni festeggiano oggi il loro Nawruz. Ovvero la festività che segna l’inizio di un nuovo giorno (“Nawruz”, in lingua persiana, significa letteralmente nuovo giorno). Una ricorrenza importante, che in alcuni Paesi è assimilata al nostro Capodanno ovvero al giorno che sancisce, di fatto, una nuova ripartenza. E’ a questo giorno speciale, carico di simboli e di significati che si sono rinforzati nel tempo, che Google ha scelto di dedicare il doodle del giorno.

Ma dove si festeggia il Nawruz? Tra i tanti Paesi coinvolti, vale la pena menzionare l’Iran, l’Iraq, l’Afghanistan, il Kazakistan, il Turkmenistan, l’Uzbekistan e l’Azerbaijan. Ma anche in Turchia e in Albania il “nuovo giorno” ha assunto una valenza simbolica importante, seppur leggermente diversa da quella della più antica tradizione. Non è un caso che il Nawruz cada nel giorno dell’equinozio di primavera sublimando, in questo modo, il significato di una ripartenza che dovrebbe avvenire sotto i migliori auspici. E infatti, nel corso della giornata di oggi, sono tanti i simboli impiegati per salutare, nel modo migliore, l’arrivo della bella stagione. A partire dalla tavola dove non devono mancare i dolcetti tipici e le nocciole, la frutta e i fiori freschi (soprattutto i giacinti e i tulipani). Con tante varianti, da regione a regione. Una delle più suggestive è sicuramente quella iraniana che prevede un rituale particolare. Nel giorno del Nawruz (ma anche in quelli precedenti), infatti, ci si dedica alla pulizia della casa e si prepara un ricco pasto tradizionale (composto da alimenti dal forte significato simbolico) a conclusione del quale ci si scambiano i doni. Non solo: il Nawruz è anche il giorno in cui, in Iran, si celebra la cosiddetta “festa del fuoco” che prevede l’accensione di una serie di falò per strada che si fanno allegoria della luce che sconfigge le tenebre.

Il senso di una ricorrenza così importante (che, secondo gli studiosi, risalirebbe addirittura a 15 mila anni fa) è stato colto dalla doodler Alyssa Winans che ha posto al centro della sua realizzazione i fiori e le farfalle che, in ogni angolo del globo, simboleggiano l’arrivo della primavera. Con l’augurio che la “freschezza” del doodle favorisca un inizio più sereno e promettente in tutti quei territori che oggi si fermano per salutare il “nuovo giorno”.

Maria Saporito