Aggressione a giovani scout: denunciato gruppo di bulli

scout-U431601098806737WZE-253x170@Corriere-Print-Milano-kzfE-U431601118119400x0G-1224x916@Corriere-Web-Milano-593x443Non è bastata una folle aggressione da parte di un gruppo di bulli per togliere la gioia a sette scout di Corbetta, tutti tra i dodici e i quindici anni, insultati e picchiati durante una gita a Novara per la Domenica delle Palme.

Secondo le primissime ricostruzioni dei Carabinieri di Novara, l’aggressione è avvenuta non lontano dalla parrocchia Sacra Famiglia della città piemontese. I giovani scout stavano raggiungendo la stazione a piedi per rientrare a Corbetta quando sono stati avvicinati da cinque giovani, la maggior parte minorenni, che hanno iniziato ad offenderli poichè “siete scout” e per aver “invaso il nostro territorio”.

E così i bulli hanno iniziato a colpire il gruppo di scout con calci e pugni.
Ad avere la peggio è stato un quindicenne, caposquadriglia, che dopo aver chiesto ai bulli di allontanarsi è stato spinto a terra e colpito più e più volte.
I sette scout sono però riusciti a mettersi in salvo salendo su un autobus di linea, sul quale gli aggressori non sono saliti.
Una volta tornati a Corbetta, gli scout hanno raccontato tutto ai loro genitori che li hanno accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale di Magenta e, per quattro di loro, i medici hanno disposto cure per ematomi, sanguinamenti da naso, bocca, orecchie e ginocchia.

Uno dei genitori, il deputato Pd ed ex sindaco di Corbetta, Francesco Prina, ha raccontato tutto con una lettera indirizzata al sindaco di Novara Andrea Ballarè e al questore Gaetano Todaro.

Chiara Lomuscio