Finisce per sbaglio in sala operatoria: scambio di cartelle cliniche a Salerno

afotomedicamedica33Per un caso di omonimia veramente singolare, una donna salernitana stava per essere operata al posto di un’altra paziente ricoverata nella stessa struttura, ma al piano di sotto.

La vicenda è accaduta nel reparto di cardiologia dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, a Salerno, come è stato prontamente riportato dal qutidiano Il Mattino.
Una vera e propria disattenzione, quella del personale sanitario, che avrbbe potute avere delle conseguenze più che drammatiche, ma che per fortuna è stata fermata in tempo.

Ad accorgersi, infatti, che la data di nascita sulla cartella clinica della paziente non combaciava con quella della donna che stava per essere operata è stato l’anestesista che, in pochissimi secondi, è riuscito, ringraziando il cielo, a fermare immediatamente l’intervento.

Si tratta di una vera e propria vicenda paradossale che si sarebbe potuta trasformare in un nuovo imperdonabile caso di malasanità in Italia, in una struttura poi come quella di Torre Cardiologica, che rappresenta da anni ormai una vera e propria eccellenza per l’azienda ospedaliera e universitaria di Salerno.

 

 

Chiara Lomuscio