Belgio, hooligans fascisti oltraggiano la memoria. E i commenti su YouTube fanno il resto…

Cordone Polizia - HooligansNonostante il divieto diramato dalle Forze dell’Ordine belga, centinaia di persone sono scese in piazza per commemorare le vittime degli attentati di settimana scorsa e per affermare attraverso la propria presenza il fatto di non temere i terroristi.

E a fronte di normali cittadini che hanno dato vita nonostante il divieto alla ‘Marcia contro la paura’ prevista alla vigilia, sono scesi in piazza anche 450 hooligans (questo il numero stimato dai media belga) che – al motto di “Siamo a casa nostra” – hanno dato vita a tafferugli, scontrandosi contro i manifestanti pacifici e contro le forze dell’ordine.

Provenienti dal nord dei Bruxelles, gli hooligans hanno pensato bene di oltraggiare la memoria delle vittime degli attentati, calpestando l’altare laico – composto da fiori e lettere – sorto in Piazza della Borsa e scandendo cori xenofobi, prima di essere dispersi dagli idranti della polizia.

Di seguito, vi proponiamo un video emblematico delle tensioni vissute nella Capitale belga:

Alle già desolanti immagini, si aggiunge un altro aspetto che non possiamo non sottolineare: sotto il video in questione – proposto da YouTube – è possibile leggere una serie di commenti incitanti all’odio che hanno ottenuto un importante riscontro in termine di like.

Vi offriamo due screenshot, a puro titolo esemplificativo:

good job hooligans

remove kebab

Può mai essere questo il modo giusto per opporsi alla barbarie terrorista?